Lettera di presentazione

Lettera di presentazione: cos’è e come scriverla

La lettera di presentazione è uno dei documenti più richiesti dai nostri clienti, poiché molti sono i motivi per cui c’è bisogno di scrivere un testo che funga da “carta di identità”: di noi stessi, della nostra attività o di un prodotto/servizio che vogliamo promuovere.

Questo articolo lo dedichiamo alle lettere di presentazione, analizzandone ogni singolo aspetto: dai motivi per cui è bene scriverle alla struttura del testo, fino ai diversi contesti in cui riscuotono successo.

Perché scrivere una lettera di presentazione

Vogliamo partire subito con una domanda che ogni mittente dovrebbe porsi, prima di prendere carta e penna e iniziare a buttar giù una lettera di presentazione. Quali sono i motivi che ti inducono a scrivere un testo del genere? Ecco qualche spunto a riguardo, vediamo se appartieni a una di queste categorie…

Lettera di presentazione per autocandidatura

Quando si parla di lettere di presentazione indubbiamente si pensa a un testo scritto per candidarti a un posto di lavoro, o a ricoprire un incarico per cui ti senti adeguato. In questo caso la lettera dovrà parlare di te stesso, della tua formazione e delle esperienze lavorative che hai maturato negli anni.

Se, invece, la lettera viene redatta da una figura professionale che garantisce per te, ecco che ci troviamo di fronte a una lettera di referenze, documento importantissimo se ambisci a ricoprire un ruolo di responsabilità. Pensiamo soltanto alla lettera di referenza scritta da un professore universitario nei confronti di uno studente che vuole diventare assistente di cattedra o ricercatore presso un altro ateneo.

Lettera di presentazione aziendale

Di tutt’altro genere è la lettera di presentazione riguardante un’azienda o un’attività di cui sei responsabile. In questo caso ciò che scrivi non presenta te in prima persona ma l’azienda che hai fondato o che rappresenti. Un esempio classico riguarda la lettera commerciale inviata a un potenziale cliente.

Una lettera di questo genere può concluderla inserendo un invito all’azione: potrebbe essere l’iscrizione a una newsletter per saperne di più, o l’invito a chiamare un numero verde per fissare un colloquio.

Presentazione di un nuovo prodotto

Una presentazione del genere potrebbe differire da quelle appena elencate in quanto il destinatario può conoscere già la tua azienda, ma non il prodotto che stai per presentargli. In questo caso l’attenzione del testo sarà tutta concentrata sull’articolo che vuoi promuovere.

Come inviare una lettera di presentazione

Agli albori del terzo millennio hai a disposizione sostanzialmente due modi per inviare una lettera di presentazione. Non esiste un mezzo migliore di un altro, semplicemente bisogna capire qual è il migliore per il tuo documento.

Via email

Inviare una lettera di presentazione via email è il modo più semplice è veloce che hai a disposizione. Il testo puoi incollarlo direttamente nel corpo dell’email o allegarlo come documento di testo. Inoltre non dovrai sostenere nessuna spesa di spedizione, per fortuna le email non si pagano!

Su carta

La lettera di presentazione cartacea è l’altra alternativa possibile. In genere si invia per posta ordinaria quando non si conosce l’indirizzo di posta elettronica del destinatario, o per non rischiare di veder cestinata l’email. Il rischio di essere scambiato per uno spammer è alto, soprattutto se il destinatario non ti conosce abbastanza!

Come scrivere una lettera di presentazione

Se sei giunto su questo articolo dopo aver digitato su Google “come scrivere una lettera di presentazione”, allora stai leggendo la sezione che ti interessa di più. Ecco qualche suggerimento per scrivere un testo efficace e persuasivo.

Oggetto. Sia che parliamo di una lettera cartacea che di un testo inviato via email, l’oggetto rappresenta il primo testo che il nostro destinatario legge. Una raccomandazione importante, quindi, riguarda le parole che utilizzerai. Sii sempre sincero è scrivi un oggetto che rispecchi il corpo della lettera di presentazione. Soprattutto per le email, la tentazione di scrivere un oggetto che colpisca l’attenzione, pur essendo fuorviante, è alta. Magari in questo modo pensi di ottenere maggiori risultati, ma in realtà non fai altro che indispettire il destinatario, il quale si sentirà “tradito” da te e cesserà immediatamente la lettura dell’email stessa.

Lunghezza del testo. È difficile darti un’indicazione precisa sulla lunghezza della lettera di presentazione. Anche qui la distinzione tra la lettera cartacea e quella inviata via email è marcata. Una regola che spesso seguiamo, quando scriviamo una lettera su carta per i nostri clienti, è quella di utilizzare soltanto un foglio A4. Concentrando la presentazione su un’unica pagina, non disperderai l’attenzione del destinatario e avrai più chance di successo.

Per le presentazioni via email, invece, ti raccomandiamo la stessa cosa: non essere prolisso e vai subito al punto. La comunicazione online, infatti, ti impone di essere ancor più conciso.

Stile di scrittura. Siamo giunti a un punto delicato di questa breve guida alla scrittura di una lettera di presentazione: lo stile da adottare. Il livello di formalità per questo tipo di documenti dipende dal destinatario, dall’argomento trattato e da altri fattori. Ma una cosa è certa: ti consigliamo caldamente di non usare parole e frasi appartenenti a un’epoca ormai passata, anche se (purtroppo) ancora troppo diffuse in alcuni ambienti di lavoro. Stiamo parlando dell’antilingua, cioè di quell’antiestetico e incomprensibile burocratese tipico del linguaggio amministrativo. Tornando alla nostra lettera di presentazione, espressioni come “Con la presente…”, “Si comunica che…” o “Altresì…” vanno assolutamente evitate come la peste.

Un altro dubbio riguarda l’uso del “tu” o del “lei”? La risposta è, ancora una volta, la medesima: dipende. Dal livello di confidenza che abbiamo con la persona cui ti rivolgi e dal contesto in cui scrivi la lettera. Noi di ScritturaProfessionale.com quando è possibile usiamo la seconda persona singolare, perché più diretta. Ma naturalmente ci sono situazioni in cui il “lei” è d’obbligo e non si rischia un eccesso di formalità.

Trattamento dei dati personali. Questo aspetto poco c’entra con lo stile di scrittura ma è importante per attenersi alle norme sulla privacy. La raccomandazione, quindi, è quella di inserire in coda alla lettera l’autorizzazione dei dati personali, in base all’articolo 13 del decreto legislativo 196/2003. Nel caso di una lettera con autocandidatura, il destinatario potrà visionarla e utilizzare i tuoi dati nel rispetto della legislazione nazionale.

Qualche esempio di lettera di presentazione

Prima di concludere l’articolo, ecco degli esempi di lettere di presentazione che ogni giorno vengono spedite:

Lettera di presentazione studio legale

Può essere un singolo avvocato o uno studio associato: in questo settore sono tutt’altro che infrequenti le lettere di presentazione riguardanti il mondo legale. Con questo documento gli studi legali cercano di farsi conoscere ai potenziali clienti e differenziarsi dalla concorrenza.

Lettera di presentazione impresa edile

Il mondo delle costruzioni è vasto in Italia e, nonostante il periodo di crisi del mattone, ci sono molte imprese edili che si propongono per cercare nuovi lavori. Una lettera di presentazione ben scritta può mettere in luce i punti di forza di un’azienda di costruzioni e fargli trovare nuovi clienti.

Lettera di presentazione società

Se hai appena fondato una società e vuoi farti conoscere dai tuoi potenziali clienti, scrivi una lettera di presentazione e parla della tua mission!

Lettera di presentazione agenzia immobiliare

La compravendita delle case interessa milioni di italiani, per questo una lettera commerciale ben scritta è in grado di intercettare potenziali acquirenti o venditori di immobili nel nostro Belpaese.

È stata utile la lettura di questo lungo articolo sulle lettere di presentazione? Facci sapere la tua, lasciando un commento o scrivendoci via email!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>