Di o dì?

Si scrive di o ? Le due grafie indicano altrettanti termini in uso nella lingua italiana. Si commette errore, quindi, solo se si sceglie la forma sbagliata rispetto al contesto della frase.

Di o dì? Ecco qualche esempio

Di senza accento è una preposizione semplice usata per i complementi di specificazione:

Quella penna è di Marco, non prenderla!

Ho ancora in mente gli occhi blu di Francesca.

 

con l’accento grave, invece, è un sostantivo usato al posto del termine giorno:

Devi prendere due pastiglie al dì.

 

In realtà c’è una terza grafia che genera ulteriore confusione. Si tratta del termine di’ con l’apostrofo, seconda persona singolare del modo imperativo del verbo dire:

Di’ quello che hai dire, o tacci per sempre!

 

Forse hai anche questi dubbi:

Da o dà?

Do o dò?

D’accordo o daccordo?

Di o dì